E' stata una frazione veloce con una fuga di sei corridori, Hagen, Munoz, Puccioni, Canton, Baldaccini e Crista ai quali si sono provati ad accodarsi dapprima Jacopo Mosca e a seguire Alessandro Tonelli, senza successo.

Come prevedibile, l'ascesa di Colle San Rizzo mischiava un pò le carte in tavola ed erano Canton e Hagen a forzare il ritmo ma il corridore spagnolo in discesa cadeva lasciando da solo il norvegese.

Anche in gruppo la situazione mutava con il forcing di Delko Marseille e Androni Giocattoli che provocava un buco tra i primi venti corridori e il resto del gruppo, buco che veniva presto chiuso nel successivo tratto pianeggiante.

L'accelerazione toglieva qualsiasi speranza ad Hagen che veniva ripreso ai -16 ed un nuovo forcing dell'Androni Giocattoli sulla panoramica di Milazzo metteva in fila il gruppo con i nostri corridori sempre vigili nelle prime posizioni.

Si arrivava così allo sprint finale lanciato lunghissimo da Molano e Belletti alle cui spalle spuntava Stacchiotti, rimonta imitata da Luca Pacioni che però doveva accontentarsi del terzo posto, il suo primo podio stagionale.

Per il corridore romagnolo è comunque il sesto piazzamento nei 10 in questo inizio di stagione, a continuità dei bei risultati ottenuti nel 2018.

Domani 2^ tappa di 236 km da Capo d'Orlando a Palermo con una fase centrale ricca di asperità e un finale che potrebbe essere aperto a molte soluzioni.


ORDINE D'ARRIVO

1 Riccardo Stacchiotti
2 Manuel Belletti
3 Luca Pacioni

12 Simone Velasco
18 Dayer Quintana
35 Sebastian Schonberger
55 Giovanni Visconti
58 Edoardo Zardini
61 Davide Gabburo


#OurTimeIsNow