Il CT della Nazionale Italiana Davide Cassani ha diramato la lista ufficiale dei convocati per #Yorkshire2019 inserendo tra gli otto titolari anche Giovanni Visconti.

Un traguardo meritato per il nostro portacolori che il giorno 29 settembre affronterà quindi il suo sesto Mondiale tra i professionisti dopo aver dimostrato nelle ultime corse di aver superato i problemi causati dalla terribile caduta dello scorso 11 luglio al Tour of Austria.

3 successi e 19 top ten sono lo score del 2019 di Giovanni Visconti che ha fatto una scelta coraggiosa, ripartire da dove aveva iniziato la sua lunga carriera fin dagli Under 23 per ritagliarsi un ruolo da leader.

Questa convocazione è quindi un premio meritatissimo al lavoro svolto da Visconti e da tutta la Neri Sottoli - Selle Italia - KTM che è assolutamente entusiasta di poter rivedere uno dei suoi portacolori vestire la maglia azzurra.

COMMENTI 


Giovanni Visconti

"Sono chiaramente felicissimo di questa convocazione, non è stata un'annata facile a causa degli incidenti che mi hanno frenato a marzo e a luglio ma non ho mai smesso di crederci. Ringrazio in primis Angelo Citracca e Luca Scinto che mi hanno riportato a casa, facendomi sentire di nuovo importante, e poi tutta la Neri Sottoli - Selle Italia - KTM, sia corridori che staff, che mi sono sempre stati vicini nei buoni e soprattutto nei cattivi momenti. Adesso tocca a me ripagare la fiducia, sto bene e sono sicuro che domenica ci divertiremo."


Luca Scinto

"Quattro giorni dopo la caduta in Austria ho chiamato Giovanni per dirgli di allenarsi. La sua prima reazione fu quella di mandarmi a quel paese, poi mi confessò di aver fatto due ore. Sono stati mesi difficili, lui è stato bravissimo a reggere di testa, rientrando con calma e arrivando in questo periodo al top della condizione. Nelle ultime settimane abbiamo intensificato gli allenamenti, con uscite infinite dietromoto nelle quali abbiamo rafforzato ulteriormente il nostro legame. Non saremo economicamente un top team ma siamo una grande famiglia e avere un nostro atleta in Nazionale è per noi già una grande vittoria oltre a simboleggiare che il nostro è un progetto serio, fatto di passione e di risultati come dimostrato anche dall'oro conquistato da Antonio Tiberi"