E' da poche ore arrivato in Giappone l'aereo che ha portato la delegazione azzurra del ciclismo su pista per i Giochi Olimpici di Tokyo 2020.

Su quell'aereo c'era anche il nostro Liam Bertazzo che, cinque anni dopo la prima esperienza a Rio de Janeiro, riassaporerà l'aria olimpica dopo la chiamata del CT Marco Villa nel ruolo di riserva per la prova dell'inseguimento a squadre di lunedì 2 agosto.

Per Liam, il corridore che da più tempo milita nel nostro team, una grande soddisfazione in una carriera che lo ha visto vincere sia su strada, con una tappa e la classifica finale del Tour of China I nel 2017, sia su pista, dove vanta tre medaglie mondiali e cinque medaglie europee inclusi due ori.

"Sono contento per la chiamata, la preparazione finora è stata eccellente e siamo ottimisti seppur considerando che sarà una gara molto particolare in quanto svolgendosi ogni quattro anni a differenza dei Mondiali ci sono molti più atleti focalizzati sull'evento e ogni nazione può rappresentare un pericolo. Voglio fare un ringraziamento a tutto il team Vini Zabù che ha riposto tanta fiducia su di me ed in particolare al Direttore Sportivo Francesco Frassi che mi ha seguito molto nelle ultime settimane. Essere qui è molto bello e vedremo cosa succederà nei prossimi giorni".

#ForZabù